Contributi colf, badanti, lavoro domestico 2019: calcolo, importi e scadenze

Contributi badanti e colf 2019: aggiornati gli importi dovuti dai datori di lavoro domestico. La circolare INPS n. 16 pubblicata il 1° febbraio 2019 fornisce le nuove tabelleper il calcolo dei contributi che i datori di lavoro dovranno versare entro le consuete scadenze per i collaboratori familiari alle proprie dipendenze. Di seguito vedremo quali sono gli importi dei contributi dovuti dai datori di lavoro domestico […]

Contributi badanti e colf 2019: aggiornati gli importi dovuti dai datori di lavoro domestico.

La circolare INPS n. 16 pubblicata il 1° febbraio 2019 fornisce le nuove tabelleper il calcolo dei contributi che i datori di lavoro dovranno versare entro le consuete scadenze per i collaboratori familiari alle proprie dipendenze.

Di seguito vedremo quali sono gli importi dei contributi dovuti dai datori di lavoro domestico e come fare per calcolarli.

L’importo dei contributi per colf e badanti 2019 è stato modificato a seguito della variazione registrata dall’ISTAT nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie di operai e impiegati, tra il 2017 e il 2018.

Conseguentemente sono state determinate le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l’anno 2019 per i lavoratori domestici.

Il versamento dei contributi per badanti, colf e lavoratori domestici permette di regolarizzare il rapporto di lavoro e il pagamento dei contributi Inps va a copertura di pensione, congedo di maternità, assicurazione contro gli infortuni e diritto alla disoccupazione.

Il calcolo dei contributi deve essere effettuato a cadenza trimestrale e la prima scadenza per il versamento è fissata al mese di aprile.

Per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, previsto dall’articolo 2, comma 28, della legge 28 giugno 2012, n. 92, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale).

Tale contributo non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti.

Ecco di seguito le tabelle Inps sui contributi 2019 per colf e badanti, ovvero importo, calcolo e scadenze per il versamento.

Contributi colf, badanti, lavoro domestico 2019: calcolo, importi e scadenze

I contributi per badanti, colf e lavoratori domestici aumentano dell’1,1% a seguito della variazione Istat dell’indice dei prezzi al consumo per famiglie di operai e di impiegati nel periodo tra gennaio 2017-dicembre 2017 ed il periodo gennaio 2018-dicembre 2018.

Il calcolo di quanto il datore di lavoro deve versare all’Inps dipende dal tipo di contratto, ovvero se si tratta di lavoro a tempo determinato o indeterminato.

Il calcolo dei contributi per badanti o lavoratori domestici assunti a tempo determinato è infatti maggiorato da un contributo aggiuntivo addizionale dell’1,40% per finanziare la disoccupazione.

Come calcolare i contributi per colf e badanti?

Bisogna avere a disposizione alcuni dati, ovvero lo stipendio concordato con il lavoratore domestico, la quota di 13° mensilità, il totale delle ore effettuate in 13 settimane, ovvero 3 mensilità e la quota prevista per vitto e alloggio.

Il calcolo dei contributi è diverso nel caso in cui la colf o la badante non superi le 24 ore a settimana di lavoro – il contributo orario fa riferimento a tre diverse fasce di retribuzione, e nel caso in cui l’orario di lavoro è di almeno 24 ore a settimana – il contributo è fisso e non dipende dalla retribuzione.

Come fare il calcolo dei contributi dovuti per colf, badanti lavoratori domestici

Per il calcolo dei contributi colf e badanti, l’Inps ha messo a disposizione un simulatore di calcolo. Gli elementi da prendere in considerazione, oltre alle tabelle Inps sono:

  • retribuzione oraria effettiva, sommata con la quota di tredicesima mensilità e in caso di collaboratore convivente, la quota di vitto e alloggio;
  • ore contributive calcolate sul trimestre;
  • tipo di contratto (nel caso di contratto a tempo determinato si applica l’addizionale Asdi);
  • ore lavorate nella settimana: oltre 24 ore il contributo orario è fisso; fino a 24 ore il contributo dipende dalla fascia oraria;
  • fascia contributiva calcolata in base alla retribuzione effettiva.

Scadenza contributi colf, badanti, lavoro domestico 2019

La scadenza del pagamento dei contributi per colf e badanti è trimestrale e deve essere effettuato entro i primi 10 giorni successivi al trimestre di riferimento.

Le scadenze per il pagamento dei contributi dei lavoratori domestici sono le seguenti:

  • Primo trimestre 2019: 1-10 aprile 2019;
  • Secondo trimestre 2019: 1-10 luglio 2019;
  • Terzo trimestre 2019: 1-10 ottobre 2019;
  • Quarto trimestre 2019: 1-10 gennaio 2020.

Il mancato pagamento dei contributi entro la scadenza prevista comporta l’applicazione delle sanzioni Inps.

Modalità di pagamento

Le modalità di pagamento dei contributi per i lavoratori domestici sono le seguenti:

  • online sul sito Internet www.inps.it, utilizzando la carta di credito attraverso il Portale dei Pagamenti, al quale si accede tramite la sezione dei Servizi OnLine nella homepage del sito;
  • attraverso il bollettino MAV inviato dall’INPS o generato attraverso il sito Internet www.inps.it, accedendo al Portale dei pagamenti e pagabile presso le banche oppure presso gli uffici postali;
  • chiamando il Contact Center dell’INPS al numero verde 803164 e utilizzando per il pagamento la carta di credito;
  • rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito “Reti Amiche”: tabaccherie, sportelli bancari di Unicredit Spa, sito Internet del gruppo Unicredit Spa per i clienti, tutti gli sportelli di Poste Italiane con le modalità previste per il circuito Reti Amiche.