Salario minimo anche per le badanti? 9 euro ad ora significa triplicare lo stipendio

Il lavoro domestico è una delle attività lavorative più diffuse. Secondo i dati statistici, sono 860mila le famiglie che hanno alle loro dipendenze colf, badanti, baby sitter e così via. Parliamo naturalmente dei lavoratori regolarizzati, cioè con contratto di lavoro a norma di legge. Infatti sempre dalle statistiche si evince che nel settore è ancora assai diffuso […]

Il lavoro domestico è una delle attività lavorative più diffuse. Secondo i dati statistici, sono 860mila le famiglie che hanno alle loro dipendenze colf, badanti, baby sitter e così via. Parliamo naturalmente dei lavoratori regolarizzati, cioè con contratto di lavoro a norma di legge. Infatti sempre dalle statistiche si evince che nel settore è ancora assai diffuso il lavoro nero e sottopagato. Il salario minimo di cui parla da tempo il Movimento 5 Stelle ed il suo leader Luigi Di Maio potrebbe essere una autentica rivoluzione anche nel settore domestico, anche se gli scettici credono che una norma del genere porterebbe un aumento del sommerso, perché è evidente che alle famiglie assumere e detenere regolarmente un lavoratore domestico costerebbe molto di più.

Cosa comporterebbe per le famiglie il salario minimo

In materia badanti o colf era trapelata la voce dell’idea di inserire la cosiddetta Colf Tax, la tassa sul lavoratore domestico che avrebbe costretto le famiglie a trattenere il 15% dello stipendio del lavoratore per girarlo all’erario sotto forma di tassazione. L’idea per ora non è stata tradotta in provvedimenti o proposte ufficiali. Diverso il discorso per i 9 euro ad ore di salario minimo per i lavoratori dipendenti che andrebbero ad influire anche sugli stipendi dei lavoratori domestici.

Secondo il Corriere della Sera per esempio, pagare la badante con il salario minimo di Di Maio porterebbe a triplicare la spesa per le famiglie. Lo stipendio di un lavoratore domestico prevede una paga oraria molto inferiore ai 9 euro di cui si parla. Associazioni dei datori di lavoro domestici hanno asserito che per una badante occorrerebbe aggiungere 1.120 euro allo stipendio già erogato attualmente. Si salirebbe a 1.300 euro per una colf ed a 1.230 euro per una baby sitter. Un aumento delle retribuzioni pari al 230% che porterebbe ai 2.100 euro al mese di stipendio previsto con il salario minimo di 9 euro per ora di lavoro.

CERCHI UN LAVORO COME BADANTE ?