Ferie annuali dei lavoratori domestici: a quanto ammontano, come si calcolano le giornate spettanti, maturazione ratei mensili, part-time.

Anche i collaboratori domestici (colf, badanti, giardinieri…), come la generalità dei lavoratori dipendenti, hanno diritto a un periodo annuale di ferie retribuite: si tratta di un diritto fondamentale garantito dalla legge e dalla Costituzione, la cui finalità è consentire al lavoratore il recupero psico-fisico.

Nel dettaglio, in base al contratto collettivo nazionale per il Lavoro Domestico, indipendentemente dalla durata e dalla distribuzione dell’orario di lavoro, la colf (o la badante, la governante…) ha diritto ad un periodo di ferie di 26 giorni lavorativi, per ogni anno di servizio presso lo stesso datore di lavoro.

Il contratto collettivo specifica che, relativamente ai periodi in cui le ferie sono godute, i collaboratori domestici con retribuzione mensile hanno il diritto di percepire la normale retribuzione, senza alcuna decurtazione. I lavoratori domestici con retribuzione ragguagliata alle ore lavorate, invece, hanno il diritto di ricevere una retribuzione ragguagliata ad 1/6 dell’orario settimanale per ogni giorno di ferie godute.

Quindi, per la colf, come si calcolano le ferie e la retribuzione spettante? Quante ferie spettano, e come calcolare la retribuzione, se la collaboratrice è part-time, cioè è assunta a tempo parziale?

Questa breve guida ti aiuterà a comprendere agevolmente le indicazioni del contratto collettivo per il Lavoro domestico, ed a capire, con esattezza, come calcolare le ferie che spettano alla colf e la sua retribuzione durante queste assenze dal lavoro.

Ti aiuterà anche a risolvere i problemi pratici che si pongono in caso di richiesta delle ferie in modo frazionato, e le problematiche nell’ipotesi di colf con orario fortemente ridotto.

Quando devono essere godute le ferie dalla colf?

In base a quanto disposto dal contratto collettivo applicato ai lavoratori domestici, il datore di lavoro, compatibilmente con le proprie esigenze e con quelle della colf, deve fissare il periodo di ferie da giugno a settembre, ferma restando la possibilità di diverso accordo tra le parti.

Di regola, le ferie devono essere godute continuativamente: in ogni caso, almeno 2 settimane devono essere godute nell’anno di maturazione; le ulteriori 2 settimane vanno fruite entro i 18 mesi successivi all’anno di maturazione.

Se la colf non è cittadina italiana, ed ha la necessità di godere di un periodo di ferie più lungo, per utilizzarlo per un rimpatrio non definitivo, su sua richiesta e con l’accordo del datore di lavoro, può cumulare le ferie nell’arco massimo di un biennio, anche in deroga a quanto previsto per la generalità dei lavoratori domestici.

La colf può rinunciare alle ferie?

La colf non può rinunciare al diritto al godimento delle ferie. Il periodo minimo di 4 settimane per ogni anno di servizio non può essere sostituito da un’indennità, salvo il caso di licenziamento o dimissioni, relativamente alle ferie non ancora godute.

In queste ipotesi, per ogni anno di servizio, è necessario calcolare tanti dodicesimi del periodo di ferie al quale la colf ha diritto, quanti sono i mesi di effettivo servizio prestato nell’anno. Dalle ferie così calcolate vanno sottratte quelle già godute.

Come sono pagate le ferie della colf?

Durante il periodo di godimento delle ferie, la colf ha diritto per ciascuna giornata ad una retribuzione pari a 1/26 della retribuzione globale di fatto mensile.

Se la collaboratrice usufruisce del vitto e dell’alloggio, per il periodo delle ferie le spetta un’indennità sostitutiva convenzionale, se non fruisce durante le ferie di questi benefici.

Il godimento delle ferie non interrompe la maturazione di tutti gli istituti contrattuali.

Come maturano le ferie della colf?

La colf matura i 26 giorni di ferie spettanti per ogni anno in 12 ratei mensili.

Il rateo mensile matura se nel mese si riscontrano più di 15 giorni lavorativi, con l’aggiunta delle assenze retribuite diverse dalla sospensione. In sostanza, il rateo di ferie se la colf va in aspettativa non retribuita, o beneficia di assenze non retribuite continuative, e non spetta per il mese di assunzione o di licenziamento, se il rapporto inizia o termina con meno di 15 giorni di presenza.

Quante giornate di ferie spettano alla colf part time?

Come specificato nel chiarimento a verbale del Ccnl per il lavoro domestico, la colf ha diritto a un periodo di ferie annuali pari a 26 giorni lavorativi, ma agli effetti del computo delle ferie la settimana lavorativa – qualunque sia la distribuzione dell’orario di lavoro settimanale – è comunque considerata di 6 giorni lavorativi, dal lunedì al sabato.

Quindi, se la colf part time lavora per una sola giornata alla settimana, ad esempio il mercoledì, va segnata l’intera settimana di ferie, per cui devono essere segnate come ferie tutte le altre giornate, dal lunedì al sabato? La risposta è affermativa, ma è anche possibile effettuare il calcolo del valore orario di una giornata di ferie.

Difatti, se il numero delle ore lavorate nella settimana diminuisce, diminuisce anche il valore giornaliero delle 26 giornate di ferie maturate. Se, ad esempio, la colf lavora in regime di part time, per uno o due giorni alla settimana, matura ugualmente i 26 giorni lavorativi di ferie, ma ogni giornata ha un valore ridotto in proporzione.

Per calcolare il valore orario giornaliero delle ferie, bisogna eseguire la seguente operazione:

  • numero di ore lavorate nella settimana x 52 (settimane nell’anno): 12 (mesi dell’anno): 26;
  • il risultato corrisponde al valore orario di 1/26, cioè di ogni giornata di ferie, per la colf part time.

Colf che lavora per 8 ore la settimana: 8 x 52: 12:26= 1,33333; questa cifra corrisponde al valore orario di una giornata di ferie.

In pratica, la colf che presta servizio per due giornate, da 4 ore ciascuna, e che in una settimana dell’anno si assenta, fruisce nella settimana di 8 ore di ferie, che corrispondono a 6 giorni lavorativi da 1,333 ore ciascuno. Pertanto, non le spettano 26 giornate di ferie l’anno da 4 ore, ma da 1,333 ore.

Calcolo ferie colf a ore

Come abbiamo osservato, calcolare la maturazione delle ferie per la colf part time può facilmente dar luogo ad errori. Per ovviare alla maggior parte dei problemi legati alla determinazione della paga spettante per le ferie, è consigliabile calcolare la maturazione delle ferie non a giorni, ma a ore, considerando il godimento esclusivamente per le giornate o le mezze giornate richieste.

La quantità di ore di ferie che maturano mensilmente ed annualmente si determina con la seguente formula:

  • ore di lavoro settimanali x 4,33333 (numero di settimane nel mese) = ore di ferie in un anno;
  • ore di ferie in un anno: 12= rateo mensile orario di ferie.

Colf che lavora per 8 ore la settimana: 8 x 4,33333= 34,66664 ore di ferie l’anno; 34,66664: 12= 2,88888 ore di ferie mensili.

Calcolo ferie colf a giorni

Per chi preferisce calcolare non la maturazione delle ferie ad ore, ma quella a giorni, anche considerate le disposizioni del contratto collettivo, possono essere fatte maturare mensilmente:

  • un numero di giornate determinate secondo la seguente formula:
    • giorni lavorativi settimanali x 4,3334: 12; in questo caso, se viene segnato come ferie un giorno della settimana, il valore pagato è pari alla retribuzione giornaliera di quella giornata;
  • un numero di giornate pari a 1/12 di 26 giorni (2,16666); in questo caso, se viene segnato come ferie un giorno della settimana, il valore pagato è pari a 1/6 dell’orario settimanale (pari a 1/26), dunque il datore di lavoro deve ricordarsi di segnare come ferie anche i giorni non lavorativi dal lunedì al sabato.

Calcolo ferie colf a giorni o a ore: il risultato cambia?

I differenti sistemi con i quali computare i ratei ferie maturati mensilmente, a giorni (predeterminati- giorni 26esimi e non) o a ore, sono equivalenti: osserviamo un caso pratico.

Una colf lavora dal lunedì al venerdì, per 25 ore la settimana, ed ha una paga oraria pari a 8 euro.

Se si fanno maturare le ferie ad ore, il rateo mensile da corrispondere sarà:

  • 25 (ore settimanali) x 4,333 (settimane al mese): 12 = 9,03 ore al mese che, moltiplicato per 8 euro, porta al risultato di 72,24 euro.

Se si fanno maturare le ferie in giorni, il rateo mensile sarà:

  • 5 (giorni lavorativi) x 4,333: 12 = 1,805; dato che ogni giorno viene pagato in base alle ore lavorative di quella giornata, in media 5 ore dunque = 1,805 x 5 x 8 = 72,22

Se si fanno maturare le ferie in giorni/ 26esimi, il rateo mensile sarà:

  • 26: 12 = 2,167;
  • ogni giornata di ferie viene pagata secondo la seguente formula: 25 x 4,333: 26 = 4,166347 ore;
  • dunque: 2,167 x 4,166347 x 8 = 72,23.

CERCHI LAVORO COME BADANTE ?

Cerca Informazioni